Viaggi Eventi Formazione | Ciak Si Gira


Per stampare correttamente questa proposta utilizzare
il bottone rosso SCHEDA PROPOSTA PDF presente nella pagina.

TORRECHIARA E PARMA

8 Mar 2020

Il castello e la capitale della cultura italiana 2020

Parma è una città dallo spirito allegro e socievole, con una forte tradizione artistica e culturale, tra cui spiccano nomi di rilievo: Benedetto Antelami cui si devono il Duomo e il Battistero, in marmo rosa di Verona, Correggio, che lavorò alla Camera di San Paolo, in San Giovanni Evangelista e in Duomo e Parmigianino che affrescò la chiesa di Santa Maria della Steccata e parti di San Giovanni. La Galleria Nazionale, posta all'interno del Palazzo della Pilotta, ospita opere di Correggio, Parmigianino, Canova, Tiepolo e Leonardo da Vinci.
Anche l'architettura moderna a Parma ha un suo spazio: le opere di Renzo Piano, l'Auditorium Paganini e il Barilla Center, il meraviglioso Piazzale della Pace antistante la Pilotta, opera di Botta e la futura stazione di Bohigas sono solo alcuni degli esempi più celebri.
Ma Parma è soprattutto città della musica e del teatro. Questa passione, va ben oltre il binomio Parma-Verdi e si manifesta nella varietà di proposte e nelle strutture ad essa dedicate: l'Auditorium Paganini, la Casa della Musica, la Casa natale e museo Arturo Toscanini, la Casa del suono e non ultimo il Teatro Regio, che voluto da Maria Luigia e inaugurato nel 1829, resta ancora oggi uno dei teatri più rinomati al mondo.
Nelle vicinanze di Parma vi sono numerosi castelli, eredità delle diverse signorie che tra il Tre e Quattrocento si imposero a Parma: gli Scaligeri, i Visconti e alla fine gli Sforza. I più importanti sono: il Castello di Bardi, la Rocca di Fontanellato, la Reggia Ducale di Colorno e il Castello di Torrechiara che sarà oggetto della nostra visita al mattino. 
Il nome Torrechiara deriva da "torchio” nel cuore della valle dove si producono vini oggi ed olio nel medioevo. La Rocca d’impianto quattrocentesco, turrita ed elegante, affascinò scrittori e registi: fu set del celebre film LadyhawkeRegno della favola d’amore tra Pier Maria Rossi e l’amata Bianca Pellegrini, il castello parla della loro passione in stile epico-cavalleresco: dalla Camera d’Oro, attribuita a Benedetto Bembo, alla stanza nuziale. Pregevoli negli ambienti interni anche la ricchezza degli affreschi a 'grottesche' di Cesare BaglionePochi sanno che il Castello fu posto sotto la protezione della Madonna, per volere di Pier Maria Rossi devoto alla Vergine: iniziò infatti la sua costruzione nel mese di maggio del 1448. Oggi il castello è di proprietà dello Stato e rappresenta uno degli esempi più significativi dell’architettura castellare italiana ed è chiamato: la fortezza dal cuore affrescato sorge "altiera et felice".
Tutto il territorio Parmense poi è un territorio legato da secoli alla produzione alimentare di qualità e alla buona tavola. Eccellenze come il Parmigiano Reggiano, il Prosciutto di Parma, il Culatello di Zibello sono l’emblema di una tradizione storica che ha conquistato tutto il mondo, diventando ambasciatrice di italianità.
Accanto alle produzioni più note si collocano lavorazioni di nicchia come quelle del Salame di Felino, della Spalla Cotta di San Secondo e della Coppa di Parma; senza dimenticare i Funghi Porcini della Valtaro e il Tartufo nero di Fragno, oltre agli inconfondibili Vini dei Colli di Parma
Già conosciuta come "Capitale dei Buongustai", la cui corte dal Cinquecento ai nostri giorni ha accolto e affinato suggestioni gastronomiche di respiro europeo, Parma è oggi capitale indiscussa della Food Valley: ospita un bacino di industrie tra le più importanti del settore agroalimentare italiano, da Barilla a Parmalat, da Mutti a Parmacotto, tutte all’avanguardia per la lavorazione degli alimenti. Non a caso, la città è sede dell’EFSA, l’Autorità Alimentare Europea per la Sicurezza Alimentare e dell'ALMA Scuola Internazionale di Cucina Italiana nella sede di Reggia di Colorno. 
A Parma non è difficile vivere, a patto di saper dar ragione all'interlocutore in una discussione a carattere musicale o gastronomico. (Maria Luisa d'Asburgo-Lorena)

PROGRAMMA 
  7:00 partenza dal piazzale antistante l'agenzia (Rimini - Piazzale Caduti di Cefalonia). 
10:00 arrivo previsto a Langhirano e visita guidata del Castello di Torrechiara: Cortile d'onore, Cappella di San Nicomede, Piano Terra, Piano Superiore
12:30 trasferimento a Parma
13:00 tempo libero per il pranzo e visita autonoma della città.

15:00 incontro con la Guida per la visita della città che avrà inizio in piazza Ghiaia dove da recenti scavi sono emersi reperti archeologici di epoca Romana proseguiremo poi per la Pilotta, complesso monumentale eretto dai Duchi Farnese, poi lungo via Garibaldi dopo aver superato il Teatro Regio (esterno)  andremo ad ammirare gli affreschi del Correggio e del Parmigianino in San Giovanni Evangelista della Chiesa di Santa Maria della Steccata.
Raggiungeremo poi Piazza Garibaldi, cuore della città e concluderemo la visita in Piazza Duomo dove s'affaccia la splendida Cattedrale (interno ed esterno), il Battistero (esterno) e il Palazzo Vescovile (esterno), osservando i capolavori del romanico padano tra XII e XIII secolo tra cui le opere del maestro Benedetto Antelami e la spettacolare cupola del Correggio.
18:00 Partenza da Parma per rientro
21:00 Arrivo previsto a Rimini
La Quota Comprende
Pullman Privato GTPullman Privato GT
N. 2 Visite GuidateN. 2 Visite Guidate
N. 1 RadioguidaN. 1 Radioguida
N. 1 Ingresso DuomoN. 1 Ingresso Duomo
N. 1 Ingresso CastelloN. 1 Ingresso Castello
Assistenza CiakAssistenza Ciak
Quota d'IscrizioneQuota d'Iscrizione
Ass. Medico BagaglioAss. Medico Bagaglio
Tasse e Park,Tasse e Park,
La Quota NON Comprende
  • Tutto quanto non indicato nella quota comprende

Vuoi prenotare questa offerta?
Compila il form

Gallery Viaggi Realizzati