Viaggi Eventi Formazione | Ciak Si Gira


Per stampare correttamente questa proposta utilizzare
il bottone rosso SCHEDA PROPOSTA PDF presente nella pagina.

AOSTA, COURMAYEUR e MONTE BIANCO

dal 14 al 15 Dic 2019

Iscrizioni Aperte
€ 292 € 269 se prenoti entro il 20-10

Castello di Fenis, Aosta, Courmayeur e Monte Bianco

Il Castello di Fenis è diverso dagli altri presenti in Valle d'Aosta perchè diversamente dagli altri non fu costruito per scopi bellici e su quindi eretto su un lieve poggio privo di difese naturali. 
Sede di rappresentanza della più importante famiglia della Valle d’Aosta, i Challant, il castello di Fénis coniuga le peculiarità della fortificazione ai tratti distintivi della residenza signorile. L’edificio presenta infatti un imponente apparato difensivo accanto ad eleganti decorazioni pittoriche, simboli di potenza e di prestigio della nobile casata. La struttura del castello è l’esito di svariate campagne costruttive che si sono succedute dal XIII al XV secolo, la più importante delle quali fu promossa  verso la metà del secolo XIV da Aimone di Challant.
L’edificio rimase di proprietà dei Signori di Challant fino al 1716. Successivamente, l’edificio cadde in degrado, fino ad essere ridotto ad abitazione rurale, con le stalle al pianterreno ed il fienile al primo pieno. Grazie all’intervento di Alfredo d’Andrade, il castello fu restaurato e da lui donato allo Stato. Visitando il castello è inevitabile immedesimarsi nella quotidianità di una dama o di un cavaliere del Medioevo: superata la doppia cinta muraria con torrette munite di caditoie e feritoie, si entra in una residenza raffinata, emblema del potere dei suoi proprietari, disseminata di pregevoli affreschi quattrocenteschi, grandi camini, scaloni monumentali e singolari simboli.

Aosta era conosciuta come la “Roma delle Alpi“. La sua storia è legata a quella di Roma a partire dal nome: Augusta Praetoria, fondata dopo la vittoria dei romani sui Salassi, fiero popolo locale. La fondazione della colonia era fondamentale per tenere d’occhio i galli e consolidare il predominio sulla fertile Pianura Padana e il Nord Italia. I romani hanno lasciato ad Aosta un ricco patrimonio di monumenti: l’Arco di Augusto, la Porta Praetoria, il Monumentale Teatro Romano, l’Anfiteatro, il Ponte e molti altri luoghi in parte conservati. A questi si aggiunge il lascito medioevale delle chiese e dei conventi, dei forti e dei castelli nei dintorni. Questa ricchezza archeologica e monumentale fa di Aosta una bella città d’arte italiana, anche se nell’immaginario collettivo la si associa alla neve e allo sci. Certo, le montagne sono parte fondamentale della vita di Aosta: ne sono lo scenario naturale ma anche luogo turistico che attira persone da tutto il mondo, in estate e d’inverno. Questo fa di Aosta una destinazione per tutte le stagioni, anche grazie alla grande tradizione di accoglienza dei valdostani. 

Courmayeur è tra le località turistiche più celebri dell’intero arco alpino, nota per la bellezza del paesaggio e l'ospitalità dei suoi abitanti. Nonostante la sua vocazione internazionale, Courmayeur conserva ancora un'atmosfera alpina autentica che si può godere passeggiando per le vie del centro come la celebre Via Roma.
Courmayeur sorge ai piedi del Monte Bianco sul versante italiano, in una vallata verdeggiante circondata da abeti, montagne e ghiacciai. Nel bel centro storico di Courmayeur si possono incontrare testimonianze del suo glorioso passato: come la Torre Malluquin una costruzione in blocchi di pietra unica testimonianza del castello del XIV secolo. Courmayeur è una delle capitali storiche dell’alpinismo e dell’escursionismo e nel Museo alpino Duca Degli Abruzzi sono raccolti, documenti, cimeli e attrezzature da scalata.
La Val Ferret è una delle vallate più spettacolari di Courmayeur e della Valle D’Aosta, posizionata ai piedi del Monte Bianco è lunga oltre 20 km. Percorrendola sulla sinistra si possono ammirare le più alte e maesto se cime delle Alpi: il Dente del Gigante, le Grandes Jorasses, l'Aiguille de Triolet e il Mont Dolent. 
Courmayeur è per ovvie ragioni legata a doppio filo al Monte Bianco, imperdibile, pertanto, la traversata sul Monte Bianco, un’esperienza da fare con la Funivia del Monte Bianco Skyway , funivia di ultima generazione, che copre circa 2000 metri di dislivello e che regala una vista senza pari su ghiacciai e vette. La Traversata si articola su tre stazioni: quella di partenza Courmayeur appunto, quella intermedia Pavillon du Mont Frety dove sarà possibile visitare il giardino botanico alpino Saussurea il più alto d’Europa e la terza stazione Punta Helbronner (3.466 m) dove è possibile visitare la sala dei cristalli del Monte Bianco e che è anche punto di partenza dei percorsi alpinistici fuori pista come quello sul giacchiaio del Toula.

PROGRAMMA  DA CONFERMARE

I° GIORNO
  5:00
 partenza dal piazzale antistante l'agenzia (Rimini - Piazzale Caduti di Cefalonia). 
11:00 arrivo previsto al Castello di Fenis
Incontro con la guida e visita guidata del castello
13:00 tempo libero per il pranzo e visita libera della città
15:00 visita guidata della città di Aosta
19:00 accoglienza in hotel e sistemazione in camera 
Cena libera
in uno dei tanti stand gastronomici o locali del centro storico con possibilità di aggregarsi al gruppo degli accompagnatori

II° GIORNO
Colazione
 9:00 partenza dall'hotel
10:00 arrivo previsto a Coumayeur
Visita libera della città e se il tempo lo permetterà visita - facoltativa - del Monte Bianco
13:00 tempo libero per il pranzo e visita libera della città
15:00 partenza per rientro a Rimini
22:00 arrivo previsto al piazzale antistante l'agenzia (cena in autogrill)

NB. Il viaggio verrà confermato con un numero di almeno 20 partecipanti entro il 22-10
Chiediamo agli interessati di comunicare le adesioni entro suddetta data per poter confermare il viaggio
Sarà richiesto il versamento della caparra/saldo solo alla conferma del viaggio 

La Valle d’Aosta è una terra ricca di sapori autentici! Tra i prodotti da non perdere, quelli che hanno ottenuto il riconoscimento “Denominazione di Origine Protetta”, ovvero la Fontina, il Valle d’Aosta Fromadzo, il Jambon de Bosses e il Vallée d’Aoste Lard d’Arnad (Lardo di Arnad), che possono essere abbinati ai prestigiosi vini valdostani, oggi riuniti sotto un’unica Denominazione di Origine Controllata Valle d’Aosta – Vallée d’Aoste. Oltre ai prodotti DOP e DOC, numerosi sono i prodotti tipici che sapranno deliziare i palati, quali il miele, il pane nero, i salumi: il Boudin, la Motzetta, la Saouseusse, il Teteun, il Jambon alla brace di Saint-Oyen; i formaggi: la toma di Gressoney, il salignön, i formaggi di capra; ed i frutti: la mela, la noce, la castagna, senza dimenticare la grappa ed il génépy.

La Quota Comprende
Pullman Privato GTPullman Privato GT
N. 1 Notte Hotel ****N. 1 Notte Hotel ****
N. 1 ColazioneN. 1 Colazione
Assistenza CiakAssistenza Ciak
N. 2 Visite guidateN. 2 Visite guidate
Quota d'IscrizioneQuota d'Iscrizione
N. 2 ingressi Castello e AostaN. 2 ingressi Castello e Aosta
Ass. Medico BagaglioAss. Medico Bagaglio
Tasse, Park, ecc.Tasse, Park, ecc.
La Quota NON Comprende
  • Tutto quanto non indicato nella quota comprende
  • Biglietto Skyway Monte Bianco max € 52 circa A/R
  • Tassa di soggiorno, mance ed extra personali

Informazioni utili

  • E’ possibile partire su richiesta di almeno 2 partecipanti da altri due caselli lungo il percorso autostradale
  • La sistemazione si intende in camera doppia
  • Supplemento camera singola su richiesta  € 50
  • Sconto bambini  30%

Vuoi prenotare questa offerta?
Compila il form

Gallery Viaggi Realizzati