Viaggi Eventi Formazione | Ciak Si Gira


Per stampare correttamente questa proposta utilizzare
il bottone rosso SCHEDA PROPOSTA PDF presente nella pagina.

VENEZIA E LA BIENNALE 2019

8 Set 2019

Iscrizioni Aperte
€ 110 € 99 se prenoti entro il 7-8

Visita della 58a Biennale d'Arte

Venezia è una città unica al mondo, una meraviglia, un miracolo sull’acqua, un museo all’aria aperta che non ha bisogno di presentazioni.
La città di Venezia è stata per più di un millennio capitale della Repubblica di Venezia ed è conosciuta a questo riguardo come la Serenissima, la Dominante e la Regina dell'Adriatico.
Per le peculiarità urbanistiche e per il suo patrimonio artistico, Venezia è universalmente considerata una tra le più belle città del mondo!
Nel pomeriggio sarà possibile visitare la Biennale di Venezia 2019, tra le più antiche, importanti e prestigiose rassegne internazionali d'arte contemporanea al mondo.
La 58. Esposizione Internazionale d’Arte, intitolata May You Live In Interesting Times, si terrà dall’11 maggio al 24 novembre 2019 (pre-apertura 8, 9, 10 maggio). Il titolo è un’espressione della lingua inglese a lungo erroneamente attribuita a un’antica maledizione cinese, che evoca periodi di incertezza, crisi e disordini; “tempi interessanti” appunto, come quelli che stiamo vivendo.
L'esposizione è curata da Ralph Rugoff, attuale direttore della Hayward Gallery di Londra. Inizia la sua carriera come critico e saggista: tra il 1985 e il 2002 scrive numerosi articoli e diversi scritti per riviste d’arte; pubblica una raccolta di saggi, Circus Americanus (1995), dove esplora fenomeni culturali dell’occidente americano.
Ralph Rugoff ha detto della mostra: «May You Live in Interesting Times include opere d'arte che riflettono sugli aspetti precari della nostra esistenza attuale, fra i quali le molte minacce alle tradizioni fondanti, alle istituzioni e alle relazioni dell’ “ordine postbellico”. Riconosciamo però fin da subito che l'arte non esercita le sue forze nell’ambito della politica. Per esempio, l'arte non può fermare l'avanzata dei movimenti nazionalisti e dei governi autoritari, né può alleviare il tragico destino dei profughi in tutto il pianeta (il cui numero ora corrisponde a quasi l'un percento dell'intera popolazione mondiale).»
«In modo indiretto, tuttavia, forse l'arte può offrire una guida che ci aiuti a vivere e pensare in questi ‘tempi interessanti’. La Biennale Arte 2019 non avrà un tema di per sé, ma metterà in evidenza un approccio generale al fare arte e una visione della funzione sociale dell'arte che includa sia il piacere che il pensiero critico. La Mostra si concentrerà sul lavoro di artisti che mettono in discussione le categorie di pensiero esistenti e ci aprono a una nuova lettura di oggetti e immagini, gesti e situazioni. Un'arte simile nasce dalla propensione a osservare la realtà da più punti di vista, ovvero dal tenere in considerazione nozioni apparentemente contraddittorie e incompatibili, e di destreggiarsi fra modi diversi di interpretare il mondo che ci circonda. Gli artisti il cui pensiero parte da questi presupposti, sanno dare significati alternativi a ciò che prendiamo come dati di fatto, proponendo modi diversi di metterli in relazione tra loro e di contestualizzarli. Il loro lavoro, animato da curiosità sconfinata e intelligenza di spirito, ci spinge a guardare con sospetto a tutte le categorie, i concetti e le soggettività che sono dati per indiscutibili. Ci invita a considerare alternative e punti di vista sconosciuti, e a capire che “l’ordine” è ormai diventato presenza simultanea di diversi ordini.»
La Mostra è affiancata da 89 Partecipazioni nazionali negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia.
Sono 4 i paesi presenti per la prima volta alla Biennale Arte: Ghana, Madagascar, Malesia e Pakistan e la Repubblica Dominicana partecipa per la prima volta alla Biennale Arte con un proprio padiglione. Il Padiglione Italia alle Tese delle Vergini in Arsenale è a cura di Milovan Farronato.

PROGRAMMA

5:30 trasferimento da Rimini a Venezia/Malcontenta e  trasferimento con la motonave a Riva degli Schiavoni (colazione libera in autogrill)

10:30-12:00 Visita guidata dell'Arsenale: introduzione alla mostra, le Corderie e una breve introduzione al resto dei padiglioni

Tempo libero per il pranzo e visita indipendente

15:00-16:30 Visita guidata dei Giardini: il padiglione Centrale e una breve introduzione al resto dei padiglioni

17:30 trasferimento da Riva degli Schiavoni a Malcontenta con la motonave e rientro con il pullman (cena libera in autogrill)

22:30 Arrivo previsto a Rimini

NB. Il viaggio verrà confermato con un numero di almeno n. 30 partecipanti entro il 10 agosto 2019
Chiediamo agli interessati di comunicare le adesioni il prima possibile perchè sarà richiesto il saldo solo alla conferma del viaggio.

 
La Quota Comprende
Bus G.T privatoBus G.T privato
Motonave privata A/RMotonave privata A/R
Accompagnatore dell’agenziaAccompagnatore dell’agenzia
Guida turistica abilitata 2 hGuida turistica abilitata 2 h
Quota d'IscrizioneQuota d'Iscrizione
Ingresso a VeneziaIngresso a Venezia
Ass. medico-bagaglioAss. medico-bagaglio
Tasse, Park, 2° Autista ecc.Tasse, Park, 2° Autista ecc.
La Quota NON Comprende
  • Biglietto d'ingresso alla Biennale
  • Tutto quanto non indicato alla voce comprende

Informazioni utili

Su richiesta di almeno 2 persone sarà possibile prendere il pullman anche nei caselli di Valle del Rubicone, Cesena e Forlì
 

Vuoi prenotare questa offerta?
Compila il form

Gallery Viaggi Realizzati